DOMENICA DI CARTA

DOMENICA DI CARTA

DOMENICA DI CARTA

L’11 ottobre 2015, Biblioteche e Archivi apriranno al pubblico per una giornata dedicata a conoscere i luoghi storici della memoria ed il patrimonio in essi contenuto: ogni anno un appuntamento che si rinnova per scoprire il sapere fatto di libri, documenti, fotografie, stampe, disegni. Tante le iniziative che, distribuite in tutta la Penisola, accolgono studiosi e cittadini, adulti e bambini alla ricerca di fonti dirette.

Gli Archivi e le Biblioteche pubbliche statali e gli istituti afferenti che in Puglia osserveranno l’apertura straordinaria saranno:

– BARI, Biblioteca Nazionale Sagarriga Visconti Volpi

Il racconto del cibo: alla scoperta di saperi e … sapori

Dalla voce dei bambini del XXVII Circolo Didattico Duca D’Aosta di Bari – Palese lettura animata di storie, tratte da L’Insalata era nell’orto: favole da mangiare di Anna Bossi; illustrazioni di Liliana Carone ( Bari, Progedit) con proiezioni dei disegni dei bambini ispirati al Libro.

A cura di GET: Centro per la Ricerca e la Didattica dell’immagine.

Presentazione del video L’alfabeto del mondo realizzato con il contributo di BNL in occasione del Festival della cultura creativa 2015 con l’obiettivo di far comprendere attraverso il gioco dell’alfabeto collegato alla scoperta e alla conoscenza degli alimenti che troviamo sulle nostre tavole, che da sempre la cultura alimentare abbatte le barriere.

Esecuzione di Canti e…. ancora il gioco della merenda con l’assaggio di frutta tipica di stagione offerta da Op ARCA Fruit di Bisceglie.

In collaborazione con GET, XXVII Circolo didattico, BNL e Op Arca Fruit di Bisceglie

In conclusione visite guidate alla Mostra documentaria e bibliografica Le carte in tavola: arte della cucina e alimentazione nei manoscritti e nelle opere a stampa della Biblioteca Nazionale di Bari dal XV al XIX secolo.

 

– BARI, Soprintendenza Archivistica della Puglia e della Basilicata

Apertura straordinaria (ore 9.00 – 13.00 ) di Palazzo Sagges, sede di Bari della Soprintendenza

Archivistica della Puglia e della Basilicata – Strada Sagges, 3 – Bari (città vecchia) – ingresso libero

 

– BRINDISI, Archivio di Stato di Brindisi

Incontro con la prof.ssa Rosanna Alaggio sul tema Il Medioevo delle città del sud: il caso Brindisi.

Alle ore 18,00 presso la Sala Conferenze dell’Archivio di Stato di Brindisi, il direttore Francesca Casamassima introdurrà la prof.ssa Rosanna Alaggio, docente di Storia Medievale dell’Università degli Studi del Molise, che parlerà sul tema Il Medioevo delle città del sud: il caso Brindisi.

La prof.ssa Aloggio, autrice della nuova monografia in corso di stampa Brindisi, volume numero 8 della Collana Il Medioevo nelle città italiane, diretta dal prof. Paolo Cammarosano per il Centro Italiano di Studi sull’Alto Medioevo di Spoleto, ne presenterà i contenuti e illustrerà il percorso di ricerca che ha caratterizzato negli ultimi decenni gli studi sul Medioevo delle città del Regno di Sicilia, assumendo come riferimento costante il caso di Brindisi.

 

– LECCE, Archivio di Stato di Lecce

Scrigno degli Dei: le ricchezze alimentari del Salento fra storia e cultura

L’apertura straordinaria ( 9:00-13:00/15:00-19:00) in occasione di “Domenica di carta 2015” rappresenta un’occasione per riproporre al visitatore dell’Archivio di Stato di Lecce (via Sozy Carafa 15) il percorso espositivo “Scrigno degli dei: le ricchezze alimentari del Salento fra storia e cultura” che ha riscontrato largo consenso.

Le visite guidate illustreranno documenti in originale come cibo per lo spirito, in un luogo accogliente e cordiale, una casa dove il territorio si racconta nelle sue peculiarità attraverso carte, mappe e fonti letterarie, offrendo spunti di riflessione aderenti alle tematiche dell’ ’’Esposizione Universale” 2015.

La terra e il mare salentino, per la loro posizione geografica crocevia di commerci e di culture, da sempre hanno regalato, oltre alla indiscussa bellezza, la varietà e le armonie dei profumi e dei sapori del cibo, sia spontaneo sia procacciato col duro lavoro. Tra privazioni ed abbondanza, le testimonianze archivistiche e le statistiche ufficiali documentano nei secoli produzione, trasformazione, consumo e commercio di ortaggi, olio di oliva, vino, graminacee, pesce, legumi, frutta. L’alimentazione salentina del passato si rivela straordinariamente moderna, salutare, in linea con la ’dieta mediterranea’’ e tendente all’ uso sostenibile delle risorse.

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Il tuo nome (richiesto)

La tua email (richiesto)

Oggetto

Il tuo messaggio

captcha