Notte dei Ricercatori 2015

NOTTE DEI RICERCATORI 2015 a Lecce

NOTTE DEI RICERCATORI 2015 a Lecce

La Notte dei Ricercatori è un’iniziativa promossa dalla Commissione Europea fin dal 2005 che
coinvolge ogni anno migliaia di ricercatori e istituzioni di ricerca in tutti i paesi europei. L’obiettivo
è di creare occasioni di incontro tra ricercatori e cittadini per diffondere la cultura scientifica e la conoscenza delle professioni della ricerca in un contesto informale e stimolante.

Gli eventi comprendono esperimenti e dimostrazioni scientifiche dal vivo, mostre e visite guidate,
conferenze e seminari divulgativi, spettacoli e concerti.

LItalia ha aderito da subito all’iniziativa europea con una molteplicità di progetti che ne fanno
tradizionalmente uno dei paesi europei con il maggior numero di eventi sparsi sul territorio. Per il 2015 il progetto coinvolge in Italia 4 progetti per un totale di 22 città.

Anche l’Università del Salento, con i suoi ricercatori di UniSalento, CNR, INFN, IIT e del distretto Dhitech il 25 settembre, dalle 18 fino a mezzanotte nella sede di Studium 2000 (via di Valesio, angolo viale San Nicola, Lecce), illustreranno con un linguaggio semplice e diretto le attività che conducono ogni giorno nei laboratori e sul campo, anche con il supporto di stand, prototipi e video.

Per l’occasione saranno aperti alcuni affascinanti Musei d’Ateneo che daranno spazio alla fruizione di mostre e, novità dell’anno, a giochi scientifici dedicati ai più piccoli!

«Una Notte che vuole sottolineare l’importanza della ricerca scientifica», dice il Rettore Vincenzo Zara, che aprirà l’evento alle ore 18, «spiegandone l’impatto sulla qualità della nostra vita quotidiana. Anche noi, come in tante altre città italiane ed europee, vogliamo raccontare ai cittadini di cosa ci occupiamo, in cosa consiste in concreto la ricerca scientifica, quali sono le attività condotte nel territorio di Lecce e del Salento, come queste ricerche siano inserite nel più ampio contesto internazionale. Un’occasione che consideriamo imperdibile per chiunque abbia a cuore il progresso scientifico, tecnologico e sociale».

Sarà possibile per l’occasione visitare le esposizioni permanenti del Museo Papirologico dell’Università del Salento e il Musa – Museo Storico Archeologico dell’Università del Salento.

 

 

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Il tuo nome (richiesto)

La tua email (richiesto)

Oggetto

Il tuo messaggio

captcha