Tag Archives: architettura

Appuntamenti al Museo Arte Contemporanea - MACMa

Appuntamenti al Museo Arte Contemporanea – MACMa

Giovedì 30 giugno presso il Museo Arte Contemporanea Matino – MACMa, una serie di appuntamenti:

  • alle ore 11:00 “Diario Corale di Lamberto Pignotti 1962 – 2015”: testimonianze estrapolate dall’autore dai quotidiani dal 1962 al 2015 con 54 immagini datate e firmate che coinvolgeranno talmente tanto il lettore da farlo immedesimare. Lamberto Pignotti, poeta, scrittore e saggista, fondò a Firenze con altri artisti il Gruppo 70, partecipando in contemporanea al Gruppo 63. La maggior parte dei suoi libri sono una critica dissacrante ai codici iconografici dei media, attraverso un tipo di scrittura verbo visiva. Nel 2012 vinse il Premio Bodini per la poesia e l’anno scorso il Premio Capalbio.
  • Alle ore 17:30 il Palazzo Marchesale dei “Del Tufo”, a Matino, inaugura la stagione estiva di quest’anno con una serie di mostre, rassegne, workshop e laboratori. Il Museo Arte Contemporanea Matino – MACMa, incantato panorama salentino e centro di architettura storica e culturale, fornirà gli strumenti per una lettura attiva e partecipata dei temi della tradizione e della contemporaneità che rendono il Palazzo uno spazio dinamico, di condivisione e incontro. Le attività avranno come obiettivo la conoscenza, la fruizione e la divulgazione dell’arte, della cultura dei luoghi attraverso la messa in rete e la valorizzazione dei Beni culturali.

Ugo La Pietra "ABITARE CON ARTE – Ricerche e opere nelle arti applicate e nel design".

Ugo La Pietra “ABITARE CON ARTE – Ricerche e opere nelle arti applicate e nel design”

Oggi alle ore 18.00 il MUST – Museo Storico della Città di Lecce ospiterà la lecture di Ugo La Pietra “ABITARE CON ARTE – Ricerche e opere nelle arti applicate e nel design”.

Ugo La Pietra ha contribuito all’evoluzione del design attraverso progetti, opere e pubblicazioni di saggi; verrà ripercorsa la sua ricerca dagli anni Sessanta a oggi, l’importanza della cultura del fare e dell’artigianato, la necessità di una continuità tra tradizione e innovazione, l’attenzione al design territoriale e il merchandising museale.

Parteciperanno:
Ninì Elia – Direttore MUST
Toti Carpentieri – Art Director MUST
Rocco De Matteis – Presidente Ordine Architetti Lecce
Cintya Concari – Organizzazione & Coordinamento
Roberto Marcatti – Presidente ADI Delegazione Puglia e Basilicata
Ugo La Pietra – Architetto, Designer, Ricercatore

Infine, alle ore 20:00 sarà inaugurata la mostra “ODORI E SAPORI” di La Pietra.

"Idee in Volo" di Riccardo Dalisi al Must

“Idee in volo” di Riccardo Dalisi al Must

Giovedì 16 giugno dalle ore 19:00 alle ore 23:00 il MUST – Museo Storico Città di Lecce in collaborazione con l’Associazione per il Disegno Industriale – ADI organizzano la mostra “Idee in volo” di Riccardo Dalisi a cura di Cintya Concari e Roberto Marcatti.

Il Museo ospiterà progetti e creazioni artistiche sull’uomo, la cultura e la realtà attraverso la ricerca, la manualità artigianale e l’utilizzo dei materiali poveri. I temi: architettura, scultura, pittura, design, materiali e altri di primaria attualità come il riciclo, la decrescita e l’eco-compatibilità.

Riccardo Dalisi è stato uno dei primi artisti italiani ad applicare il concetto di sostenibilità al “design povero” con la lavorazione di materiali comuni. Dalisi ha valorizzato socialmente la sua ricerca rendendo partecipi bambini e anziani dei quartieri poveri di Napoli.

Inoltre, in occasione della mostra “Un art pauvre” che si svolgerà dall’8 giugno al 29 agosto, presso il Centre Pompidou di Parigi, le opere di Dalisi, da poco acquisite dal Museo, saranno esposte assieme alla documentazione del suo lavoro.

Info:

la mostra rimarrà aperta al pubblico fino a dicembre 2016.

Orari di apertura: www.mustlecce.it

Segui l’evento su fb

Paesaggi POP-UP

PAESAGGI POP-UP al MUST di Lecce

PAESAGGI POP-UP

L’11 novembre, a partire dalle ore 17.00, negli spazi del MUST – Museo storico Città di Lecce si terrà la Lecture di Paesaggi POP UP con Angelo Jelmini sull’architettura e il design contemporaneo.

L’incontro, aperto ai soci ADI, architetti e designers, si inserisce all’interno del ciclo DESIGN CULTURE LECTURE SERIES , una serie di conferenze- lecture che ADI Delegazione Puglia e Basilicata sta organizzando a partire da maggio 2015 con lo scopo di offrire una panoramica su quello che accade oggi sul fronte dell’architettura e del design.

In particolare Jelmini, art director e designer con esperienza internazionale, metterà in evidenza la natura sempre più interdisciplinare dell’architettura e del design, contaminati da nuovi saperi e nuovi linguaggi legati a temi come co-housing, architettura legata al paesaggio, giardini planetari, ambiente e sostenibilità, design sociale, design sistemico e marketing design.

Programma:

17:30 registrazione partecipanti

18:00 saluti Licio Tamborrino – Sales Manager Officine Tamborrino

18:15 introduzione alla Lecture Roberto Marcatti – Presidente ADI Delegazione Puglia e Basilicata

18:30 intervento Angelo Jelmini-Libero Pensatore

19:15 dibattito

19:45 conclusioni

Ai soci ADI verranno riconosciuti 2 crediti formativi professionali

Rassegna Di-Segni

RASSEGNA DI-SEGNI alla Galleria Foresta

RASSEGNA DI-SEGNI

L’Associazione Culturale Galleria Francesco Foresta, nel seguire il proprio programma per Lecce Capitale Italiana della Cultura 2015 e nell’ambito del Picturebook Fest, primo Festival dell’arte e della letteratura per ragazzi a Lecce, a cura dell’associazione LedA, ITC Advisor e Chiara Lorenzoni,
PRESENTA una propria rassegna “Di-Segni” a cura di Alfredo Foresta che si articola in tre specifiche mostre:

-“Miramuri”, tavole illustrate di Alessandro Sanna e Massimiliano Tappari, dal libro omonimo edito da Terre di Mezzo,

-“Alessandro Anselmi, Di-Segni di architettura ” a cura di Ester Annunziata con Studio Anselmi Associati_ Valentino Anselmi, Cecilia Anselmi, Valerio Palmieri

-la mostra Franco Dellerba_Luce a cura di Lorenzo Madaro con la presentazione delle monografia dello stesso artista.

Oltre le tre mostre il programma prevede un ciclo di incontri, workshop, presentazioni di libri e visite guidate. La rassegna, è l’occasione per mettere in luce l’importanza del Di-Segno, sia come espressione esclusivamente artistica, sia come mezzo di comunicazione e sia come strumento fondamentale per la ricerca formale e spaziale dell’architettura. Di seguito il programma dettagliato della rassegna e la scheda tecnica degli eventi.


Programma

Giovedì 8 ottobre 2015 |ore 17:00| galleria francesco foresta
“Due fuori Lecce” Guardare la città con altri occhi: workshop di foto e grafia con Alessandro Sanna e Massimiliano Tappari, per adulti, illustratori, insegnanti (iscrizione 30 euro, per infoinfo@leccepicturebook.it. ) A cura di Picturebook fest.

Le storie non stanno solo nei libri, ma anche in quei paesaggi che abbiamo sotto al naso tutti i giorni, ma che l’abitudine ha reso quasi invisibili. Massimiliano Tappari e Alessandro Sanna scattano fotografie e ci disegnano sopra con la tavoletta grafica, creando così delle immagini che stanno in bilico tra realtà e fantasia, tra figurativo e astratto, tra digitale e analogico, tra storia e geografia. Sono fotografie disegnate o disegni fotografati? Qual è lo sfondo e quale il primo piano? Dove è finita la copia originale? Si tratta di un gioco di sguardi e pensieri che si alimentano a vicenda e che ha l’ambizione di stimolare lo spettatore a riguardare la realtà circostante, perché anche ciò che sembra un piccolo dettaglio insignificante può essere trasfigurato in qualcosa di poetico e universale. Il workshop prevede una dimostrazione di disegno dal vivo con iPad, racconti di immagini e l’intervento diretto dei partecipanti sulle fotografie fornite dagli autori.

Venerdì 9 ottobre |ore 18:30 | galleria francesco foresta
“Miramuri”. Inaugurazione mostra delle tavole del libro “Miramuri”, di Alessandro Sanna e Massimiliano Tappari, Terre di Mezzo edizioni, 2015 e presentazione di “Due fuori Lecce”, esplorazioni nel centro storico di Lecce a cura degli autori. A cura di Picturebook fest.
La mostra verrà presentata da Milena Tancredi, direttore artistico Buck Festival – Festival della letteratura per ragazzi di Foggia con Melania Longo, direttore artistico Picturebook Fest – Festival dell’arte e della letteratura per ragazzi di Lecce.


Sabato 10 ottobre 2015 |ore 20:00 | galleria francesco foresta
Alessandro Anselmi_Di-Segni di Architettura
a cura di Ester Annunziata con Studio Anselmi Associati_ Valentino Anselmi, Cecilia Anselmi, Valerio Palmieri. La mostra presenta di disegni originali di architettura del grande maestro Alessandro Anselmi gentilmente prestati dai figli, Valentino e Cecilia Anselmi. Tra i disegni molti sono inediti. La mostra ha ricevuto il patrocinio dell’istituto nazionale di architettura sezione puglia

Domenica 11 ottobre 2015 |ore10:00 | cimitero Monumentale di Parabita
Visita guidata presso il cimitero di Parabita con Valentino Anselmi, Cecilia Anselmi, Valerio Palmieri e Aldo D’Antico in collaborazione con il centro di cultura “il laboratorio” di Parabita.

Giovedì 15 ottobre 2015 |ore 18.30 | galleria francesco foresta
Franco Dellerba 1976-2012. Presentazione della monografia di Franco Dellerba (ed. Grafica 080) con testi di A. Bonito Oliva, M. Bonomo, P. Marino, F. Solmi e altri autori Franco Dellerba _Luce
mostra di Dellerba, a cura di L. Madaro, con una selezione di opere storiche e recenti.

STONE STORIES

STONE STORIES

STONE STORIES, le pietre di Puglia nell’architettura, nel design, nel paesaggio.

Il 6 ottobre 2015 alle ore 18:00, l’architetto Álvaro Siza ritorna in Puglia per, inaugurare la sezione permanente dell’Ecomuseo della Pietra e delle Cave di Cursi con la mostra STONE STORIES che approda definitivamente in Puglia dopo aver portato in giro per il mondo (Milano, Londra e Dubai) la storia della nostra regione attraverso le sue pietre. Da Apricena a Trani a Minervino Murge, Ostuni, Cisternino, Cursi, Gallipoli, i grandi architetti le hanno scelte per realizzare i loro progetti in tutto il mondo ma anche i cavamonti e gli scalpellini che con la loro fatica secolare hanno fatto della Puglia la seconda regione in Italia per produzione ed esportazione di materiali lapidei.

L’idea nasce dall’esigenza di far conoscere la storia del rapporto tra le pietre di Puglia e la grande architettura contemporanea e il design, attraverso la voce dei grandi progettisti, degli imprenditori del settore, di cavatori, scalpellini ed edili, perché dentro queste storie c’è un tratto essenziale dell’ identità della regione, ma anche della sua immagine internazionale e della sua economia.

L’articolato progetto, curato dall’architetto Dario Curatolo per Four in the morning, andrà a collocandosi negli ambienti del frantoio ipogeo di Cursi secondo un percorso di mostra suggestivo progettato dagli architetti Dario Curatolo e Marta Spadaro. Si tratta, di fatto, del coronamento di un percorso visionario iniziato alla fine degli anni ’90 che continua a scommettere sulla narrazione e rappresentazione dell’incontro tra una tradizione produttiva come quella della pietra, e il mondo della creatività a livello locale ed internazionale.

Quella della pietra di Puglia è una storia di passato e di presente, una vicenda d’impresa, lavoro, territorio e pensiero che incarna il momento felice e dinamico vissuto dalla Regione Puglia che si dimostra in grado di raccogliere la sfida della contemporaneità coniugando creatività e produttività.

Nel percorso di valorizzazione del settore lapideo, avviato dalla Regione Puglia, c’è l’interesse a tutelare da un lato un’attività caratterizzata da un prodotto di grande pregio e dall’altro le condizioni di un paesaggio ricco e bello.

La giornata pugliese del maestro Siza prevede anche l’installazione presso un grande uliveto di Palmariggi, in collaborazione con l’Associazione Amici degli Olivi Secolari, di una grande opera in pietra di Cursi 
che che egli ha voluto dedicare al Salento e alla sua identità culturale
 che proprio nella pietra e nell’ulivo trova i due tratti essenziali.

La scelta di inaugurare un parco di sculture ambientato in un uliveto secolare con una istallazione in pietra realizzata da uno dei più grandi architetti contemporanei come Alvaro Siza rappresenta una dichiarazione d’intenti rispetto ai contenuti del progetto Mediterranean Sculpture Park.

Auti Pariti è un luogo appartato ma aperto sul mondo e sulla contemporaneità di un Mediterraneo in crisi in cui la scultura non cerca la monumentalità 
ma il dialogo con gli elementi della natura e del paesaggio naturale e umano. Una scultura non assertiva ma interrogante.

Siza ha voluto intitolare la sua opera “Rifugio” – in portoghese “abrigo” – .“ Termine che rende tangibile il suo pensiero legato alla parola casa. Forse è quello di cui ha bisogno oggi l’arte. Di luoghi protetti, di rifugi appunto, in cui, al riparo dal caos, praticare l’esercizio critico, resistere all’omologazione, lavorare con le differenze, misurarsi con l’alterità.

Il progetto Mediterranean Sculptures Park è un’altra tappa di un museo
 del territorio compreso nel concetto stesso di Ecomuseo che comprende
le piccole comunità dell’Entroterra Idruntino.

“La giornata salentina” di Siza inizierà alle 12.00 con la visita al cantiere delle cave di Marco Vito a Lecce.

PROGRAMMA DELLA GIORNATA:

– ore 12 visita al cantiere delle Cave di Marco Vito

– ore 16:00 Presentazione della scultura “Abrigo I Rifugio” a Palmariggi (LE) in Località Auti Pariti

– ore 18:00 inaugurazione della mostra STONE STORIES presso l’Ecomuseo della pietra e delle Cave, Cursi (LE)

La città accelerata

LA CITTA’ ACCELERATA al Must di Lecce

LA CITTA’ ACCELERATA al Must di Lecce

L’Associazione Culturale Galleria Francesco Foresta, nell’ambito del proprio programma per Lecce Capitale Italiana della Cultura 2015, in collaborazione con l’Associazione Culturale Caucaso di Bologna, presenta la rassegna “La città accelerata”, una mostra confronto, articolata tra video, fotografia e musica, che propone una riflessione sulle città e i loro abitanti, interessate dai grandi eventi.
La rassegna, diviene occasione di un “inusuale” percorso articolato tra le stanze del museo storico della città di Lecce – MUST e della Galleria Francesco Foresta. Quest’ultima, è un contenitore privato aperto alla città, nel cuore barocco, che “materializza una nuova modalità con la quale l’arte contemporanea dialoga con la storia”, dichiara Alfredo Foresta, Presidente della galleria Francesco Foresta.
Un progetto sperimentale che “apre” il MUST alla città, attraverso nuove stanze diffuse, ma sopratutto incanala e coordina l’energia propositiva che viene dal basso, in un sistema integrato di promozione culturale”, dichiara Nicola Elia, direttore del MUST.

Programma

Sabato 19 settembre, MUST- Museo storico della città di Lecce:

– ore 20:00 proiezione del docufilm “The Golden Temple – A human odissey into desperate capitalism” diretto da Enrico Masi, primo capitolo della trilogia dei mega eventi, che affronta la tematica riguardante l’impatto olimpico sulla metropoli di Londra, durante i giochi del 2012.

– ore 22.15 Nicola Massimo Elia, Direttore Must-Museo storico della città di Lecce, Marco Miglietta, architetto, Carmelo Torre, presidente INU Puglia (Istituto Nazionale Urbanistico Puglia) incontrano il regista Enrico Masi. Modera Alfredo Foresta.

Domenica 20 settembre, presso la Galleria Francesco Foresta:

– ore 21.00 mostra fotografica, “ Urgente: BRASIL” a cura di Enrico Masi e Stefano Migliore. Un conflitto globale tra la costruzione di infrastrutture e la resistenza abitativa del quotidiano.

A seguire proiezione sonorizzata dal vivo, “Que matou o minotauro” a cura di Enrico Masi e Stefano Migliore. La megalopoli che subisce l’invasione della sovrastruttura olimpionica. La resistenza abitativa brasiliana è protagonista del secondo capitolo della trilogia e diventa mostra fotografica in movimento, presentata a Kling Klang Atelier Berlino e Fotografia Europea di Reggio Emilia edizione 2015, in forma di performance cinematografica, sonorizzata dal vivo da Zende Music.

TUTTA MIA LA CITTA

Tutta mia la città – Franco Sortini al Museo Faggiano

ALL WE NEED IS SLOW  PHOTOGRAPHIC TEACH&EXHIBIT  //SOS SOUTH VISIONS//  # 1

Tutta mia la città – tecniche di ripresa sulla  fotografia di paesaggio con Franco Sortini

Tutta mia la città è un workshop sulla fotografia di paesaggio a cura dell’Associazione Culturale KULT-CULTURE VISIVE, che si terrà a Lecce dal 10 al 12 Aprile 2015 ed avrà come protagonista il fotografo Franco Sortini.
Il ws è dedicato a tutti coloro che vogliono approfondire la fotografia di architettura e di paesaggio, nel corso
del quale verranno presi in esame gli aspetti legati all’uso delle moderne apparecchiature digitali.
Alla fine dei tre giorni ad ogni partecipante sarà assegnato un concept da sviluppare e saranno individuati i
migliori progetti che avranno accesso all’esibizione collettiva e photo screening sia a Lecce che a Bari
presso strutture partner già aderenti.
I luoghi che interessano la campagna fotografica sono la città di Lecce e i quartieri periferici, partendo
dall’Ammirato e Santa Rosa, dal Centro Storico Le Giravolte e Leuca passando per Castromendiano fino alla
foresta urbana del Parco delle Cave – patrimonio WWF.
Il ws è il primo di una serie di incontri con alcuni dei fotografi italiani che si occupano di paesaggio,
apprezzati sia a livello nazionale che internazionale, tra cui Michele Cera e Domingo Milella.

Num. max 20 partecipanti

deadline 27 marzo

 

ALL WE NEED IS SLOW

ALL WE NEED IS SLOW

Il progetto curatoriale ALL WE NEED IS SLOW PHOTOGRAPHIC TEACH&EXHIBIT nasce dalla necessità di studiare e analizzare il territorio a noi più prossimo attraverso l’analisi fotografica, riflettere sui suoi cambiamenti e sui possibili sviluppi futuri. Il suo nome sintetizza un atteggiamento comunemente adottato dai fotografi, ovvero l’utilizzo dei lunghi tempi di esposizione così come attraversare con lentezza, preferibilmente a piedi, il territorio sottoposto all’osservazione. L’obiettivo finale è quello di coinvolgere pubblico e addetti ai lavori verso la consapevolezza nei confronti del territorio e del paesaggio e, inoltre, sensibilizzarli verso un utilizzo del mezzo fotografico che sia avulso da facili estetismi ma che sia mezzo espressivo attivo e concettualmente valido, al pari delle altre arti visive.

FRANCO SORTINI è nato nel 1958.
Si è occupato di grafica e pittura da giovanissimo, per poi dedicarsi alla fotografia. Agli inizi degli anni ’80,
sotto la guida di Franco Fontana, passa alla fotografia a colori.
La sua ricerca è sulla città vuota, inseguendo il concetto della “città ideale”, un luogo dove poter trovare ordine nel caos. Contemporaneamente alla fotografia creativa sviluppa la fotografia commerciale e nel 1986 apre uno studio di fotografia industriale collaborando con agenzie di pubblicità e comunicazione. Le sue fotografie sono state esposte in moltissime mostre, pubblicate da note riviste del settore, e presenti in importanti collezioni private e pubbliche, tra le quali la Bibliotheque Nationale de Paris, l’Archivio AFOCO di Cordoba, la Galleria Civica di Modena, il dipartimento di Storia dell’Arte Contemporanea dell’Università di Siena.
www.francosortini.eu

KULT- CULTURE VISIVE
Nasce a Lecce nel 2014 ed è formata da Valentina Isceri – curatrice e redattrice di Landscape Stories
Magazine, Luciana Lettere – storica dell’arte, blogger ed esperta di promozioni sociali legate al territorio e
Valentina Trisolino – curatrice e storica della fotografia. Unite dal comune tentativo di ricerca sul
contemporaneo e dagli studi curatoriali intendono mettere in luce l’emergenza della veicolazione fotografica.

 

ALL WE NEED IS SLOW PHOTOGRAPHIC TEACH&EXHIBIT //SOS SOUTH VISIONS//
# 1 Franco Sortini Tutta mia la città – tecniche di ripresa sulla fotografia di paesaggio
10, 11, 12 aprile 2015
Museo Faggiano – via Ascanio Grandi 56 Lecce
a cura dell’Associazione Culturale KULT-CULTURE VISIVE

Informazioni e ufficio stampa:
KULT-CULTURE VISIVE
kultassociazione@gmail.com
+39.328 3769480