Tag Archives: inaugurazione

SUM

Inaugurazione del SUM di Mesagne

Inaugurazione del SUM di Mesagne.

 

Inaugura giovedì 1 Giugno, SUM (Sistema Urbano Museale) di Mesagne, il primo esempio di museo che unisce le peculiarità storiche, culturali e artistiche di un territorio ricco di suggestioni come quello della città messapica. In occasione dell’inaugurazione sono state predisposte visite guidate del SUM dal titolo “Storie da scoprire”, curate dall’associazione PromoCultura a partire dalle ore 18.00. A tal proposito, per permetterci una migliore organizzazione delle visite e dell’evento il generale, la invitiamo a segnalare al seguente link, https://www.eventbrite.it/e/biglietti-inaugurazione-sum-34821659521 ,  a quale delle due fasce orarie intenderebbe partecipare: 18 o 19.30 e se si tratterrà alle ore 21 al suggestivo spettacolo teatrale: “Messa in Scena” del regista Giuseppe Convertini in una delle più belle piazze di Puglia, Piazza Orsini del Balzo. Subito dopo la performance teatrale verrà proiettato il videoclip “SUM – Lo spettacolo a Cielo Aperto”.

Appuntamenti al Museo Arte Contemporanea - MACMa

Appuntamenti al Museo Arte Contemporanea – MACMa

Giovedì 30 giugno presso il Museo Arte Contemporanea Matino – MACMa, una serie di appuntamenti:

  • alle ore 11:00 “Diario Corale di Lamberto Pignotti 1962 – 2015”: testimonianze estrapolate dall’autore dai quotidiani dal 1962 al 2015 con 54 immagini datate e firmate che coinvolgeranno talmente tanto il lettore da farlo immedesimare. Lamberto Pignotti, poeta, scrittore e saggista, fondò a Firenze con altri artisti il Gruppo 70, partecipando in contemporanea al Gruppo 63. La maggior parte dei suoi libri sono una critica dissacrante ai codici iconografici dei media, attraverso un tipo di scrittura verbo visiva. Nel 2012 vinse il Premio Bodini per la poesia e l’anno scorso il Premio Capalbio.
  • Alle ore 17:30 il Palazzo Marchesale dei “Del Tufo”, a Matino, inaugura la stagione estiva di quest’anno con una serie di mostre, rassegne, workshop e laboratori. Il Museo Arte Contemporanea Matino – MACMa, incantato panorama salentino e centro di architettura storica e culturale, fornirà gli strumenti per una lettura attiva e partecipata dei temi della tradizione e della contemporaneità che rendono il Palazzo uno spazio dinamico, di condivisione e incontro. Le attività avranno come obiettivo la conoscenza, la fruizione e la divulgazione dell’arte, della cultura dei luoghi attraverso la messa in rete e la valorizzazione dei Beni culturali.

Ugo La Pietra "ABITARE CON ARTE – Ricerche e opere nelle arti applicate e nel design".

Ugo La Pietra “ABITARE CON ARTE – Ricerche e opere nelle arti applicate e nel design”

Oggi alle ore 18.00 il MUST – Museo Storico della Città di Lecce ospiterà la lecture di Ugo La Pietra “ABITARE CON ARTE – Ricerche e opere nelle arti applicate e nel design”.

Ugo La Pietra ha contribuito all’evoluzione del design attraverso progetti, opere e pubblicazioni di saggi; verrà ripercorsa la sua ricerca dagli anni Sessanta a oggi, l’importanza della cultura del fare e dell’artigianato, la necessità di una continuità tra tradizione e innovazione, l’attenzione al design territoriale e il merchandising museale.

Parteciperanno:
Ninì Elia – Direttore MUST
Toti Carpentieri – Art Director MUST
Rocco De Matteis – Presidente Ordine Architetti Lecce
Cintya Concari – Organizzazione & Coordinamento
Roberto Marcatti – Presidente ADI Delegazione Puglia e Basilicata
Ugo La Pietra – Architetto, Designer, Ricercatore

Infine, alle ore 20:00 sarà inaugurata la mostra “ODORI E SAPORI” di La Pietra.

inaugurazione Cavoti

Reportage riapertura Cavoti

Reportage riapertura Cavoti

Bentornato Cavoti!  Domenica 19 giugno il Museo Civico Pietro Cavoti di Galatina, dopo la ristrutturazione, ha riaperto le porte noi di Pugliamusei siamo andati a curiosare.

reportage riapertura cavoti

Sala P. Cavoti

reportage riapertura cavoti

Pinacoteca

reportage riapertura cavoti

Sala Martinez

Nuovo ingresso, nuove sale e nuovi spazi espositivi ci disorientano un po’, ma è solo una questione di abitudine.

Opere inedite,  di notevole importanza storico-artistica, hanno trovato la loro collocazione, fuori dai depositi.

dal deposito del cavoti

Maddalena penitente

dal deposito cavoti

Volto del Cristo

Per l’occasione il Museo ha accolto tre mostre temporanee a cura di ART and ARS Gallery: Umberto Palamà – Scultore a cura di Ivan Serra, Salvatore Masciullo – Pensiero e azione, Pierpaolo Miccolis – La multiforme bellezza.

animazione Spaziale

Palamà

 

opera Miccolis

Miccolis

temporanea Masciullo

Masciullo

Il tutto accompagnato dalla visita guidata di Silvia Cipolla della cooperativa Imago.

Loredana Capone in visita al Museo Cavoti

Corridio Cavoti

Corridoio

 

e infine tutti sul terrazzo a brindare!

reportage riapertura cavoti

Terrazzo

visitatori sul terrazzo

Terrazzo

 

Cavoti dall'alto

Vista dal terrazzo

inaugurazione Cavoti

Bentornato Cavoti

Bentornato Cavoti!

Domenica 19 giugno alle ore 20 il Museo Cavoti riapre le porte, un museo nuovo con nuovi allestimenti e numerose novità, tutte da scoprire.
Non siete curiosi di vedere, ben due mostre temporanee, il nuovo allestimento espositivo progettato e diretto dall’architetto Antonella Perrone? Il tutto sarà accompagnato dalla visita guidata a cura di Imago.

La serata prenderà il via alle ore 20 nel Chiostro del Palazzo della Cultura Zeffirino Rizzelli e si protrarrà fino alle ore 24. Alla presenza delle Autorità interverranno il Sindaco Cosimo Montagna, l’Assessore Daniela Vantaggiato, il Presidente della Provincia Antonio Gabellone, l’Assessore Regionale allo Sviluppo economico e all’Industria turistica e culturale della Regione Puglia Loredana Capone e la Soprintendente per i Beni Architettonici e Paesaggistici per le Province di Lecce Brindisi e Taranto Maria Piccarreta.

Tra le iniziative programmate per l’occasione si segnalano tre proposte espositive di arte moderna e contemporanea, visitabili sino a domenica 18 settembre 2016: “Umberto Palamà: scultore” a cura di Ivan Serra, con l’esposizione di una selezione di opere della collezione del Museo Provinciale Sigismondo Castromediano di Lecce – si realizza così il sogno del Comitato promotore degli ex allievi galatinesi dell’artista! – e le Personali degli artisti Salvatore Masciullo e Pierpaolo Miccolis a cura di Art and Ars Gallery di Luigi Rigliaco.

Integreranno il percorso di visita momenti musicali a cura dell’Associazione Amici della Musica Pasquale Cafaro con l’esibizione di Matteo Costantini e Gabriele Donno allievi del Conservatorio Tito Schipa di Lecce.
Alla fine della visita il taglio della torta Bentornato Cavoti omaggio dei proprietari del Bistrot dei Vitelloni Stefano Serafini, ed Angelo e Francesco Martinez, nipoti del grande zio lo scultore Gaetano Martinez le cui opere sono nella collezione del museo.

Programma:

ore 20.00 – Saluti istituzionali all’interno del chiostro del Palazzo della Cultura

ore 20.30 – Apertura museo

ore 20.45 – Visita guidata a cura di IMAGO

ore 21.00 – Presentazione mostra Salvatore Masciullo / Pierpaolo Miccolis, a cura di ART and ARS Gallery

ore 21.15 – Presentazione mostra Umberto Palamà – Scultore, a cura di Ivan Serra

Per informazioni:
Comune di Galatina
Museo Pietro Cavoti
Tel. 0836561568 – email info@museocavoti.it

IMAGO coop. sociale, che da oltre 20 anni è impegnata su tutto il territorio regionale nell’offerta ai professionisti della cultura al mondo degli istituti culturali di progettazione e sviluppo di procedure per la gestione, di applicazione delle nuove tecnologie, di formazione specializzata di settore, di gestione delle collezioni, di progettazione di spazi in relazione alle nuove strategie di management, di promozione delle attività culturali nonché di conservazione e catalogazione dei patrimoni e della valorizzazione dei fondi antichi, speciali e locali.

ART and ARS Gallery di Gigi Rigliaco.
La galleria propone le nuove tendenze del panorama artistico italiano con particolare attenzione agli artisti pugliesi.
Partecipa inoltre a numerose fiere di settore in tutta Europa e si occupa della promozione e la diffusione dell’Arte contemporanea.
info: artgallery.rigliaco@virgilio.it

Per maggiori informazioni cliccare qui

Cegliegustodarte

Inaugurazione Sistema Gusto d’Arte – Ceglie Messapica

Il 10 Maggio 2016 alle ore 10:05 apre le porte Sistema Gusto d’Arte, il nuovo polo culturale di Ceglie Messapica, una delle città più incantevoli della Valle d’Itria.

Nel marchio culturale “Gusto d’Arte” rientrano la Biblioteca Comunale, per l’occasione intitolata ufficialmente al Poeta “Pietro Gatti”, la Pinacoteca Comunale “Emilio Notte”, entrambe ricollocate nell’imponente e suggestivo Castello Ducale di Ceglie Messapica che ritorna ad essere un “luogo abitato” e, infine il MAAC (Museo Archeologico e di Arte Contemporanea), collocato in un edificio a pochi metri dal Municipio, dal Castello e dall’ingresso nel centro storico, presso il quale, oltre all’esposizione del Centro di Documentazione Archeologica, è stato allestito uno spazio che si presterà a molteplici attività: una biblioteca specialistica di arte contemporanea e gusto, uno “spazio del fare” e di didattica dell’arte per i più piccoli, lo spazio tecnologico, un’aula studio/formazione e una meravigliosa galleria dedicata soprattutto all’esposizione dei prodotti artistici dei giovani talenti; il tutto circondato da un grande spazio verde. Nel Polo Culturale rientra anche l’esperienza degli Orti Urbani e la Scuola di Gastronomia (Med Cooking School di Ceglie Messapica) che tanto lustro porta a questa città.

Il progetto, sin da principio, ha inteso armonizzare e mettere in rete luoghi, peculiarità del territorio, servizi culturali, per dare vita ad un circolo virtuoso di valorizzazione: conservare per comunicare, comunicare per promuovere, promuovere per far conoscere, conoscere per conservare.

La mattina di martedì 10 maggio Ceglie si sveglierà avvolta in un magico filo rosso che condurrà il visitatore tra i luoghi da scoprire. Alle ore 10.05 l’avvio dell’inaugurazione presso il MAAC (davanti all’ingresso del Municipio) dove sono previsti interventi di autorità, ospiti ed esperti e visite ai luoghi. Successivamente, presso il Castello Ducale, si terrà l’intitolazione ufficiale della Biblioteca Comunale all’illustre concittadino, il Poeta Pietro Gatti, con lo scoprimento di una targa (l’intitolazione sarà preceduta dalla declamazione di una poesia di Gatti a cura di Vincenzo Suma dell’Ass. Ceglie nel Cuore).

Il progetto ambizioso, curato dall’Amministrazione Comunale che si è avvalsa della preziosa collaborazione della IMAGO società cooperativa di Lecce che ha curato gli allestimenti e la nuova destinazione d’uso degli spazi, continuerà ad essere festeggiato per tutta la settimana: dal 10 al 14 maggio.

 

 PROGRAMMA:

–        tutte le mattine delle 9:00 alle 12:00 le scuole parteciperanno a laboratori e incontri curati da LedA Laboratori del Must di Lecce e dal meraviglioso maestro cartaio Andrea De Simeis.

–        tutti i pomeriggi , inoltre, laboratori a cura della ProLoco Ceglie Messapica insieme alla maestra Donata Nacci e attività a cura di Archeoclub D’italia Sede Di Ceglie Messapica;

–        martedì e venerdì dalle 16:00 alle 19:00  “Viaggio nel Mondo del Libro” dalle incisioni rupestri agli ebook; mercoledì e giovedì “Il tre ruote ebbro” di Locorotondo lavorerà su Le invenzioni antifreddo di Stina di Lani Yamamoto giocando con storie e dita;

–        sabato Casarmonica Associazioneculturale e Armamaxa Residenza Teatrale di Ceglie Messapica proporranno interventi di “Guerrila letteraria” per tutto il centro storico, con l’intervento, oltre a tutti i volontari, di Enrico Messina e Daria Paoletta, con l’accompagnamento musicale di Mirko Lodedo.

 

Le attività si svolgeranno al Castello Ducale e al MAAC dalle ore 16.00 alle ore 19.00.

 

Segui il Sistema Gusto d’Arte su fb e Instagram

presto online il sito internet http://www.cegliegustodarte.it/

Per informazioni 0831 376123

E’ possibile prenotarsi ai laboratori pomeridiani sull’evento fb

Mara Van Wess-Grottaglie

MADE IN LOCO. La Ceramica di Grottaglie e Laterza tra tradizione e innovazione, Mostra dell’artista in “residenza” Mara van Wees

MADE IN LOCO. La Ceramica di Grottaglie e Laterza tra tradizione e innovazione

Si inaugura sabato 17 ottobre alle ore 11,30, presso il Castello Episcopio di Grottaglie la prima delle Mostre finali del progetto “Made in Loco” giunto alla terza edizione regionale ed alla seconda per Grottaglie.

Il progetto del Segretariato Regionale MiBACT per la Puglia, a titolarità Regione Puglia, è stato finanziato con fondi POIn (Programma Operativo Interregionale FESR PUGLIA 2007-2013 “Attrattori culturali, naturali e turismo” – Asse II Linea di intervento II 2.1 – Intervento a titolarità regionale “Immateriale e valorizzazione turistica del territorio”. Attività 2) con la collaborazione del Comune di Grottaglie e del Liceo Artistico “V. Calò”.

Ripetendo il format di successo delle passate edizioni, l’artista olandese Mara van Wees, selezionata attraverso un bando pubblico, nel suo periodo di un mese a Grottaglie ha incontrato gli artigiani delle botteghe ed ha realizzato workshop e seminari con  gli studenti del Liceo “Calò”.

In mostra i lavori realizzati in residenza, che entreranno a far parte della collezione fissa del Museo della Ceramica di Grottaglie, oltre a video, istallazioni ed immagini che illustrano nelle fasi di realizzazione il progetto.

E’ prevista all’inaugurazione la presenza dell’Assessore all’Industria Turistica e Culturale della Regione Puglia, Loredana Capone; del Sindaco di Grottaglie Ciro Alabrese del Segretario regionale del MiBACT Eugenia Vantaggiato e del Dirigente Scolastico Brigida Sforza.

Durante il periodo della Mostra, che resterà aperta fino al 23 ottobre sono previste le seguenti manifestazioni nel castello Episcopio:

22 ottobre giovedì ore 11,00 presentazione swype story sulla ceramica.

23 ottobre venerdì ore 19,00 finissage. Performance: “ Finger painting. L’interpretazione della ceramica” dell’artista canadese Matthew Watkins.

otografo Manoocher Deghati

INAUGURAZIONE DELLA PINACOTECA E DEL MUSEO DEL FUOCO DI NOVOLI

INAUGURAZIONE DELLA PINACOTECA E DEL MUSEO DEL FUOCO DI NOVOLI

Martedì 20 ottobre alle ore 19.00 il Museo del Fuoco e la Pinacoteca Comunale di Arte Contemporanea riapriranno al pubblico, dopo un lungo periodo di chiusura, ospitando, tra le altre,  le opere di artisti di fama internazionale come  Mimmo Paladino, Ugo Nespolo, Hidetoshi Nagasawa e Jannis Kounellis.

I due contenitori hanno trovato  collocazione nell’ex istituto “Vincenzo Tarantini”, ristrutturato grazie a fondi ministeriali: quattro comode sale ammodernate e ristrutturate che hanno oggi un allestimento moderno e funzionale. Un’operazione di ampio respiro che proietta la piccola cittadina di Novoli nel gota della cultura nazionale ed europea.

A tagliare il nastro sarà il pluripremiato  fotografo di origine iraniana Manoocher Deghati, uno dei fotoreporter viventi con più riconoscimenti e più presenze sul campo nell’ambito del fotogiornalismo di guerra, collaboratore di testate prestigiose come National Geographic, Time, Life Press, Newsweek, Figaro, Marie-Claire.

Saranno presenti, oltre al sindaco di Novoli e presidente della Fodazione “Focara” Gianmaria Greco, anche l’assessore regionale alla Cultura Loredana Capone, l’assessore regionale al Welfare Salvatore Negro, il consigliere regionale Luigi Manca, il presidente della Provincia di Lecce Antonio Gabellone, il sindaco di Lecce Paolo Perrone, il sindaco di Matera (capitale della cultura europea 2019) Raffaello Ruggiero, il direttore della Pinacoteca di Novoli Piero Pella, il direttore della Pinacoteca di Bernalda Salvatore Sebaste, la storica dell’arte Vitalba Morelli, il direttore del Must di Lecce Cosimo Massimo Elia, il responsabile del SAC Terre di Lupiae Antonio Cordella, il responsabile di Meridies Alessandro Quarta.

Il dibattito sarà moderato dal giornalista e critico d’arte Carmelo Cipriani.

E’ un vero piacere restituire alla comunità novolese la pinacoteca d’arte contemporanea, rimasta chiusa e non fruibile per anni”, sottolinea il sindaco Gianmaria Greco. “Esprimo grande soddisfazione anche per la creazione del Museo del Fuoco che raccoglie le opere realizzate nelle ultime rassegne di “Focararte” e che rappresentano un importante patrimonio per la comunità. Uno dei primi impegni della nostra amministrazione è stato quello di dare vita a tutti i contenitori vuoti presenti sul territorio comunale. Con questa inaugurazione ci accingiamo a rispettare gli impegni presi, certi che presto sarà la volta anche della biblioteca comunale, condannata all’oblio da oltre un decennio. La struttura dell’ex asilo “Tarantini”, diventerà presto un polo multiculturale, in grado di creare i presupposti per realizzare un contenitore artistico-culturale, oltre che un punto di aggregazione sociale per la collettività”.

Tra le opere presenti nella pinacoteca vanno segnalate quelle degli artisti di “Focararte”: Mimmo Paladino, Ugo Nespolo, Hidetoshi Nagasawa e Jannis Kounellis e le opere di numerosi artisti novolesi e non come: Matteo Accarino, Adele Angelone, A-One, Marisa Argentieri, Paolo Arnesano, Vittorio Balsebre, Rosetta Berardi, Domenico Uccio Bionsi, Teo De Palma, Gino De Rinaldis, Vittorio Dimastrogiovanni, Luisa Elia, Salvatore Esposito, Salvatore Fanciano, Franco Gelli, Caterina Gerardi, Gaetano Giorgino, Elisabetta Guerrieri, Rita Guido, Ezechiele Leandro, Corrado Lorenzo, Francesca Mele, Romano Sambati, Giovanni Sergio Sebaste, Salvatore Sebaste, Hirata Shigeko, Lino Sivilli, Enza Solazzo, Raffaele Spada, Fernando Spano, Salvatore Spedicato, Raffaele Spizzico, Donatella Stamer, Salvatore Sava, Rita Tondo, Marilena Troiano, Franco Zilli, Ingrid Mair Zischd.

Al termine della serata, e in occasione dell’inaugurazione del Museo del Fuoco, sarà proiettato il docufilm “Leune” del regista Giuseppe Pezzulla.

A Tavola con i Santi- Bari

A TAVOLA CON I SANTI all’ex Teatro Margherita di Bari

A TAVOLA CON I SANTI

Mercoledì 7 ottobre 2015 alle ore 19,00 sarà inaugurata a Bari la mostra “A tavola con i Santi”.

Il Teatro Margherita invaso dalle luminarie. Sulla facciata i video proiettati racconteranno la vitalità delle feste patronali in Puglia.

La mostra, realizzata dal segretariato regionale del Mibact con il Comune e la sede Rai della Puglia, è stata concepita per mettere in evidenza il patrimonio immateriale del territorio. Tanta tradizione che fa rima con turismo, perché “la riscoperta di queste espressioni della storia locale – spiega il segretario regionale Mibact per la Puglia Eugenia Vantaggiato – è un riscatto nei confronti di un’usanza che ha sempre voluto le tradizioni poste a un livello inferiore rispetto alle discipline tradizionali”. Una tavola imbandita attende i visitatori – l’inaugurazione è alle 19 – proprio come quelle che resistono nei paesini del Salento, allestite da secoli in occasione della festa di San Giuseppe.

Della mostra è già stata organizzata in precedenza un’anteprima all’interno della Fiera del Levante con la proiezione del video realizzato in collaborazione con Teche RAI.

La mostra resterà aperta al pubblico fino al 16 ottobre all’ex Teatro Margherita di Bari.

All’inaugurazione interverranno:

Antonio Decaro, Sindaco di Bari

Giovanni Liviano, Assessore all’industria turistica e culturale della Regione Puglia

Silvio Maselli, Assessore alle culture e turismo della Città di Bari

Eugenia Vantaggiato, Segretario regionale del Ministero dei beni e delle attività culturali per la Puglia

Carlo Brienza, Direttore sede regionale RAI

Davide Carlucci, Presidente “Cuore della Puglia”

La mostra resterà aperta al pubblico fino al 16 ottobre all’ex Teatro Margherita di Bari.

Museo dell'emigrazione delle Serre Salentine

INAUGURAZIONE DEL”MUSEO-LABORATORIO DELL’EMIGRAZIONE DELLE SERRE SALENTINE”

INAUGURAZIONE DEL”MUSEO-LABORATORIO DELL’EMIGRAZIONE DELLE  SERRE SALENTINE”

Il GAL Serre Salentine apre le porte alla memoria e lo fa inaugurando il “Museo-Laboratorio dell’Emigrazione delle Serre Salentine”. Il taglio del nastro – alla presenza del Presidente del GAL Serre Salentine Francesco Pacella e del Direttore Alessia Ferreri, di istituzioni, di autorità, di associazioni di emigranti e associazioni di Pugliesi nel Mondo – è fissato per domenica 27 settembre 2015, alle ore 18.00, presso Palazzo D’Ippolito a Racale (Le).

Il “Museo-Laboratorio dell’Emigrazione delle Serre Salentine” è realizzato nell’ambito del Progetto di Cooperazione Interterritoriale “Pugliesi nel Mondo” che ha l’obiettivo di promuovere i prodotti e i valori identitari del territorio del GAL fra gli emigranti. Infatti, i “Pugliesi nel Mondo” rappresentano una componente essenziale della società regionale ed una risorsa da attivare al fine di rafforzare i legami con i paesi ospitanti. Su questa premessa il Progetto di Cooperazione ha costruito e consolidato reti di collaborazione, di cooperazione e di scambio tra i sistemi socioeconomici e culturali regionali con le comunità di pugliesi nel mondo promuovendo, allo stesso tempo, l’immagine della Puglia, e delle Serre Salentine quindi, all’estero.

Il Museo-Laboratorio dell’Emigrazione delle Serre Salentine è il luogo del recupero della memoria storico-culturale dell’emigrazione della popolazione appartenente ai comuni di Alezio, Alliste, Casarano, Collepasso, Galatone, Gallipoli, Matino, Melissano, Neviano, Parabita, Racale, Sannicola, Taviano, Tuglie, nel corso della loro storia, coinvolti da questo fenomeno che ha influito profondamente sulla realtà economico, sociale e culturale dell’intero territorio e dei suoi abitanti.

Il Museo-Laboratorio, quindi, è uno spazio vivo e dinamico che favorisce la conoscenza e la comprensione del fenomeno migratorio, soprattutto per le giovani generazioni, da implementare nel tempo con attività di ricerca e di animazione. All’interno del Museo-Laboratorio si conosce la storia del fenomeno migratorio delle Serre Salentine, si possono visionare materiali fotografici, cartacei e di piccola oggettistica e si può partecipare ad attività di animazione. Il Laboratorio è altresì “Nodo Locale” della Rete Regionale del Progetto “Pugliesi nel Mondo” creata con il supporto del Servizio Pugliesi nel Mondo della Regione Puglia per la ricerca di documenti e materiali sull’emigrazione pugliese.

Dopo il taglio del nastro, la manifestazione si sposta in Piazza San Sebastiano, a Racale, dove, per le ore 19.30, ha inizio lo spettacolo teatrale “Via”, di Fabrizio Saccomanno e Stefano De Santis con Fabrizio Saccomanno e Sara Bevilacqua che racconta la grande e dolorosa emigrazione degli italiani che andarono a lavorare nelle miniere di carbone in Belgio. Racconta, inoltre, l’Italia del Dopoguerra, gli accordi tra la nascente Repubblica Italiana ed il Belgio, il viaggio nei treni rinchiusi come bestie, il duro lavoro in miniera, la tragedia di Marcinelle. Il lavoro è stato scritto a partire dalle proprie memorie familiari. Le storie raccontate dai nonni e dai genitori sono state ritrovate nelle parole delle vedove e dei minatori tornati in Italia, raccolte in un lavoro sul campo di interviste che offrono una ricostruzione aguzza e inflessibile di quella vicenda.

Per maggiori informazioni: www.emigrantiserresalentine.it

Archimede un genio tra noi

ARCHIMEDE – UN GENIO TRA NOI al Castello Svevo di Trani

ARCHIMEDE – UN GENIO TRA NOI

Il 10 Settembre alle ore 17:00 inaugura al Castello Svevo di Trani la mostra dal titolo “Archimede –Un genio tra noi”dedicata al matematico e fisico greco Archimede. 

La mostra, che ripercorre la vita di Archimede e fa “toccare con mano” le sue idee straordinarie, è un viaggio tra storia e leggenda alla scoperta delle ricerche che lo hanno reso celebre: dall’idrostatica alla meccanica, dalla geometria alla matematica.

Un vero e proprio percorso interattivo, ospitato nella splendida cornice del Castello di Trani. Grazie agli exhibit interattivi (totem, touch screen, postazioni informatiche, guide, DVD) – progettati dal Consiglio Nazionale delle Ricerche – i visitatori potranno sperimentare in prima persona i fenomeni alla base di noti principi, apprendendo dall’osservazione e interazione diretta quali sono le regole, i comportamenti e le “leggi” che li determinano. La mostra permette inoltre di (ri) scoprire la vastità degli ambiti di studio affrontati dal genio siracusano, figura storicamente certa ma i cui contorni sfumano nella leggenda.

La struttura ad exhibit con i quali il visitatore potrà interagire, stimola la partecipazione; la disponibilità di supporti multimediali ricchi di animazioni coinvolgerà i visitatori, favorirà un primo approccio intuitivo ai concetti più astratti di matematica e di fisica e incoraggerà ad una comprensione più profonda. Il supporto multimediale, è strutturato su differenti livelli di difficoltà, così da consentirne l’accesso a persone di diversa preparazione. Nel percorso espositivo della mostra il visitatore di ogni età e livello culturale troverà elementi d’interesse e strumenti di approfondimento adatti alle sue esigenze.

Ogni exhibit sarà accompagnato da supporti multimediali che consentono al visitatore una comprensione delle grandi scoperte matematiche (misure di superfici e di volumi, quadratura del cerchio, calcolo del baricentro dei corpi) e fisiche (principio della leva, galleggiamento dei corpi). Le spiegazioni, spesso affidate a stimolanti simulazioni, sono accompagnate da note storiche, informazioni sull’opera di Archimede, aneddoti, bibliografia, ecc.

Inaugurazione del Museo del territorio

Inaugurazione del Museo del Territorio di Neviano

Inaugurazione del Museo del Territorio di Neviano

Il Museo del Territorio di Neviano (Le), si inaugura domenica 12 aprile alle 17, presso l’Abbazia di San Nicola di Macugno.

Sarà presente la vicepresidente della regione e assessore ai Beni culturali, Angela Barbanente. Il Museo rientra nei finanziamenti con fondi P.O. FESR Puglia 2007-2013 (Asse IV – Linea 4.2 Azione 4.2.1 “Riqualificazione e valorizzazione del sistema museale”) della Regione Puglia .

“Il Museo del Territorio di Neviano – spiega – costituisce sviluppo importante dell’attività da tempo svolta dall’Ecomuseo del Paesaggio delle Serre Salentine, riconosciuto quale ecomuseo di interesse regionale ai sensi della legge 15/2011, che anche in questa occasione è stato capace di catalizzare le attenzioni, competenze e passioni dei cittadini che hanno attivamente partecipato all’allestimento. Il Museo si qualifica come un laboratorio della storia degli insediamenti delle Serre Salentine e come punto di riferimento educativo e turistico per percorsi e itinerari che comprendono i beni culturali della zona.In linea con gli indirizzi regionali, mira a raccontare in modo diverso la società di un tempo e quella contemporanea,e a diventare un polo di valorizzazione del paesaggio delle Serre Salentine, promuovendone la conoscenza da parte dei suoi abitanti e sollecitando interesse e curiosità da parte dei turisti. Per queste ragioni il Museo del Territorio di Neviano è efficace testimonianza delle recenti politiche regionali di valorizzazione del patrimonio culturale”

 

Per maggiori informazioni cliccare qui.

Inaugurazione della Pinacoteca

Inaugurazione della Pinacoteca a Ruvo di Puglia

Inaugurazione della Pinacoteca comunale d’arte contemporanea a Ruvo di Puglia

L’inaugurazione della Pinacoteca comunale d’arte contemporanea a Ruvo di Puglia si terrà giorno 28 febbraio, alle ore 17:30, nel convento dei Domenicani, in via Madonna delle Grazie.

A 50 anni dalla donazione dell’olio su tela “Crocifisso”, da parte di Domenico Cantatore al comune di Ruvo, finalmente si realizza il sogno che l’autore stesso scrisse sul retro dell’opera: la costituzione di una pinacoteca comunale.

Il lavoro del comitato scientifico e delle istituzioni è durato circa due anni ed ha portato come risultato la nascita della pinacoteca, che è composta da 6 stanze, di cui una dedicata al pittore Michele Chieco, tre dedicate a Domenico Cantatore, una al Premio d’Arte “Città di Ruvo”, tenutosi dal 1956 al 1967, ed una dedicata a documentazione fotografica originale di Cantatore. La Pinacoteca è anche dotata di bookshop, sala conferenze ed un suggestivo atrio all’aperto, cornice ideale per eventi culturali. I visitatori della Pinacoteca potranno fruire anche della lettura di alcuni scritti di Cantatore, di documenti storici originali, di fotografie che li accompagneranno lungo i corridoi nel passaggio tra le varie stanze.

Durante l’inaugurazione della pinacoteca si potranno ammirare opere di Domenico Cantatore, Mauro Grumo, Michele Chieco, Luigi Guerricchio, Francesco Di Terlizzi, Silvana Brandonisio, Giuseppe e Raffaele van Westerhout, Silvio Dodaro, Cesare Marino, Michele Manzi, Giuseppe Ruscitti, Filippo Alto ed altri.

La struttura potrà ospitare mostre temporanee d’arte e fotografiche.

Ad aprire l’inaugurazione della pinacoteca, saranno il sindaco Vito Nicola Ottombrini, l’assessore alle politiche culturali Pasquale De Palo, il presidente della Pro Loco Rocco Lauciello e l’assessore regionale alla Cultura e Mediterraneo Silvia Godelli. Seguiranno gli interventi del prof. Carmelo Cipriani, storico e critico d’arte, dell’arch. Mario Di Puppo, responsabile dell’allestimento museologico e storico locale, del prof. Cleto Bucci, storico locale e responsabile ricerche archivistiche per la pinacoteca e del dott. Orazio Lovino, dottore in Storia e tutela dei Beni Artistici e studioso di M° Cantatore. A concludere la serata una performance di danza contemporanea ispirata alla poetica del M° Domenico Cantatore dal titolo “Gesto Sospeso”, a cura del Coreografo Giulio De Leo.

Per maggiori informazioni cliccare qui.